Benvenuto su Giovane Europa
Cerca
Forum · Organi · Downloads · Il tuo Account · Guestbook · Contattaci
 
 


 
 
Mený

· Home
· Aggiungi News
· Aiuto (FAQ)
· Archivio News
· Contattaci
· Contenuti
· Downloads
· Forum
· Guestbook
· Il tuo Account
· Links
· Sondaggi
· Statistiche
 
 

 
 
Chi Ť Online

In questo momento ci sono, 52 Visitatori(e) e 0 Utenti(e) nel sito.

Non ci conosciamo ancora? Registrati gratuitamente Qui
 
 

 
 
Soci Iscritti

101
 
 

 
 
Meteo

Tempo per domani:
Non disponibile
 
 

 
  Mazzini e la Giovine Europa





Giuseppe Mazzini è ricordato come il grande rivoluzionario, e il grande ideologo dei movimenti patriottici italiani e europei. A 26 anni fu esiliato e trasferì la propria residenza a Marsiglia, a pochi chilometri
da Genova, dov'era nato. Nello stato francese fondò la Giovine Italia che si poneva come obiettivi principali l'unificazione territoriale dell'Italia, la democrazia, una maggiore eguaglianza sociale e la prospettiva dell'autodeterminazione per tutti i popoli europei.
Era molto determinato nelle proprie azioni e disegnava il rivoluzionario "modello" come colui che "va avanti diritto, disdegna la cosiddetta tattica, rinuncia a molti fattori di successo, confida nella forza della verità, commette mille piccoli errori, ma li riscatta con l'affermazione di alcune massime generali che, prima o poi, si riveleranno utili."
Tre anni dopo, nel 1834, a Berna Mazzini fondò con altri Europei una seconda associazione, cui venne dato il nome di "Giovine Europa". Mazzini sostenne che se la rivoluzione del 1789 ebbe proclamato la libertà individuale, ci sarebbe dovuta essere una nuova rivoluzione per allargare la libertà individuale a libertà nazionale. Le idee di Mazzini, però, guardavano al futuro. Desiderava una confederazione degli stati europei sullo stile degli Stati Uniti D'America. Un unico parlamento, eletto da ogni europeo, che governasse su tutta l'Europa. Questa nuova repubblica doveva abbattere la struttura Europea disegnata dal Congresso di Vienna. Sebbene la "Giovine Europa" non aveva i mezzi materiali ed economici per portare avanti queste idee, la figura di Mazzini allarmava gran parte dei governanti Europei, impauriti di perdere potere all'interno del proprio stato.
Portava avanti le proprie idee con una visione religiosa vicina a quella cristiana, affermando:
"Io professo una fede che ritengo ancora più pura e più sublime; ma il suo tempo non è ancora giunto, e fino a quel giorno la visione cristiana resta la più sacra manifestazione dello spirito dell'umanità, che avanza continuamente verso un ideale che, prima o poi, si dovrà realizzare."









Copyright © by Giovane Europa Tutti i diritti riservati.

Pubblicato il: 2005-12-02 (941 letture)

[ Indietro ]
 
 

Content ©

 
 
Powered by Alfay
Puoi ricevere le nostre news utilizzando i flies backend.php oppure ultramode.txt
PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.22 Secondi