Benvenuto su Giovane Europa
Cerca
Forum · Organi · Downloads · Il tuo Account · Guestbook · Contattaci
 
 


 
 
Menù

· Home
· Aggiungi News
· Aiuto (FAQ)
· Archivio News
· Contattaci
· Contenuti
· Downloads
· Forum
· Guestbook
· Il tuo Account
· Links
· Sondaggi
· Statistiche
 
 

 
 
Chi è Online

In questo momento ci sono, 52 Visitatori(e) e 0 Utenti(e) nel sito.

Non ci conosciamo ancora? Registrati gratuitamente Qui
 
 

 
 
Soci Iscritti

101
 
 

 
 
Meteo

Tempo per domani:
Non disponibile
 
 

 
  La Ragion di Stato





Quando guardiamo qualche film inerente la guerra o quando ci capita sottomano un libro di storia,  può accadere di imbattersi in un termine, quale Ragion di Stato , difficile da definire e da comprendere.

La Ragion di Stato può essere definita come quell’incoercibile inclinazione del sistema di potere politico istituzionalizzato e, attraverso di esso, della società politica organizzata a salvare e a consolidare se stessa con ogni mezzo che ritenga efficace. Essa è la logica che sta alla base di ogni centro di potere; logica che si articola, non nella distinzione fra giusto e ingiusto, ma nella distinzione tra efficace e non efficace.

Tale termine fu disvelato da Machiavelli con le opere Principe del 1513 e Discorsi sopra la prima deca di Tito Livio (1513-1521) .

Per poter comprendere a fondo la definizione sopra data è necessario fare un’analisi dei termini che la compongono.

- sistema di potere politico istituzionalizzato è il potere che viene posto in essere dall’uomo quando ha intenzione d’ integrarsi in una società pacifica. L’uomo riconosce all’ interno della società un potere a cui deve sottostare

- società politica organizzata è una società in cui il sistema di potere politico istituzionalizzato ha una preminenza politica sulla società civile, ossia è una società dove da una parte c’è una èlite che può prendere delle decisioni e dall’altra c’è la grande massa di coloro che devono sottostare a tali decisioni.

Qualche intelligentone potrebbe essere portato a pensare che il sistema di potere politico istituzionalizzato non necessariamente deve essere a disposizione di una èlite, ma che può essere a disposizione di tutta la società civile.

Se così fosse, oltre a sparire la distinzione tra sistema di potere politico istituzionalizzato (che comprende i diversi organi decisionali quali il parlamento, il governo, la pubblica amministrazione, la magistratura, ecc.)  e società civile, si vivrebbe in una società dove tutti si sentono in diritto di

comandare e nessuno in dovere di obbedire.

-Una volta inteso il significato di sistema di potere politico istituzionalizzato e di società politica organizzata ci resta da capire perché la Ragion di Stato cerchi di salvare e consolidare se stessa con ogni mezzo.

La risposta è molto semplice. La Ragion di Stato esiste perché esiste una società e la società a sua volta esiste perché esistono degli uomini inclini alla socialità; s’intuisce che le inclinazioni che animano gli uomini possono trasferirsi alla società e da questa alla Ragion di Stato.

Ma se una delle principali inclinazioni  dell’ uomo è l’istinto di conservazione, ossia il bisogno di affermare e difendere se stesso sempre e comunque, si capisce come tale istinto si trasmetta immutato anche alla società organizzata e da questa alla Ragion di Stato.Tale istinto, nella società organizzata così come nell’individuo, non fa differenza tra mezzi giusti e mezzi ingiusti, ma solo tra mezzi efficaci e non efficaci.

Dopo aver analizzato questi tre termini chiave, la definizione risulterà molto facile da comprendere.

Michele Galante









Copyright © by Giovane Europa Tutti i diritti riservati.

Pubblicato il: 2005-12-02 (938 letture)

[ Indietro ]
 
 

Content ©

 
 
Powered by Alfay
Puoi ricevere le nostre news utilizzando i flies backend.php oppure ultramode.txt
PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.07 Secondi